Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LUCERNA - Il canton Lucerna ha definitivamente abrogato il divieto di ballare in alcuni giorni di festa. Il suo parlamento ha adottato oggi in seconda lettura, con 58 voti contro 32, una revisione in tal senso della legge sugli esercizi pubblici.
Finora nel canton Lucerna era vietato danzare il Venerdì Santo, la domenica di Pasqua, a Pentecoste, a Natale, il Mercoledì delle Ceneri e alla Festa federale di Ringraziamento. Stavolta nell'aula parlamentare non ci sono più state discussioni. Il dibattito si era svolto nel marzo 2009, quando il Gran Consiglio aveva accettato, con 51 voti contro 50, una mozione che chiedeva la revoca del divieto. Questo era difeso da esponenti dell'UDC e del PPD. "Per ballare bastano 359 giorni", "Lucerna è un cantone cattolico", "l'uomo ha bisogno di limiti", erano stati allora gli argomenti.
Il governo si era successivamente espresso in favore dell'abrogazione. Lo scorso 3 maggio la commissione dell'economia e dei tributi del Gran Consiglio si era tuttavia pronunciata per il mantenimento del divieto, oggetto di dibattito sin dal lontano 1428 nel cantone della Svizzera centrale.

SDA-ATS