Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia lucernese ha arrestato un 43enne tassista pachistano sospettato di aver violentato a fine marzo una studentessa australiana a Kriens (LU). L'uomo è stato individuato grazie a un test del Dna, ha indicato la Procura in una nota diramata oggi.

Il pachistano - si precisa nel comunicato - ha una propria impresa di taxi e trasporti ed è stato arrestato martedì scorso, 24 maggio, al suo domicilio nel canton Lucerna. Attualmente si trova in detenzione preventiva mentre l'inchiesta prosegue.

La ragazza aveva denunciato lo stupro a fine marzo. Secondo le sue dichiarazioni, il tassista doveva portarla dalla stazione di Lucerna a Kriens dove abitava. Invece di seguire il percorso abituale si è però diretto verso una zona industriale, si è fermato in un parcheggio e ha abusato di lei. La 18enne è poi riuscita a divincolarsi e a fuggire.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS