Navigation

Lukashenko, se Bielorussia crolla poi tocca a Russia

Il presidente Alexander Lukashenko ha voluto avvertire Mosca: se crolla la Bielorussia, poi toccherà alla Russia. KEYSTONE/EPA/ANDREI STASEVICH / BELTA / POOL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 settembre 2020 - 17:18
(Keystone-ATS)

Se la Bielorussia crolla, poi toccherà alla Russia. Lo ha detto il presidente Alexander Lukashenko nel corso dell'intervista rilasciata ai media russi.

"Sapete a quale conclusione siamo arrivati con la leadership russa e con il suo establishment? Che se la Bielorussia crolla oggi, la Russia verrà dopo", ha detto Lukashenko secondo quanto riporta RIA Novosti.

"Se pensate che la ricca Russia possa far fronte (alle proteste, ndr) vi sbagliate. Ho parlato con molti presidenti e con il mio amico più anziano Vladimir Putin - io lo chiamo fratello maggiore - e l'ho avvertito: non si può resistere a tutto questo", ha sottolineato Lukashenko.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.