Navigation

Lumengo: colpevole di frode elettorale

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 novembre 2010 - 17:14
(Keystone-ATS)

BIENNE BE - Ricardo Lumengo, consigliere nazionale socialista bernese, è stato oggi riconosciuto colpevole di frode elettorale. La giudice unica del tribunale di circondario II Bienne-Nidau Doris Romano lo ha condannato a una pena pecuniaria di dieci aliquote giornaliere di 180 franchi sospese condizionalmente per due anni.
Lumengo, il cui legale André Gossin ha già annunciato ricorso, dovrà pure sostenere le spese processuali di 15'702 franchi. La giudice ha inoltre inflitto al politico bernese una multa di 540 franchi.
In un primo tempo Lumengo aveva annunciato che in caso di condanna avrebbe rinunciato alla carica di consigliere nazionale. Più recentemente, il bernese è stato più evasivo.
Stando a quanto recentemente affermato al "Bund" da Roland Näf, presidente della sezione PS del canton Berna, il partito in proposito ha le idee chiare. "Se Lumengo dovesse essere condannato in prima istanza, pretendiamo le sue dimissioni immediate" dal Consiglio nazionale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.