Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Oppositori al referendum in Macedonia esultano per le strade.

KEYSTONE/EPA/VALDRIN XHEMAJ

(sda-ats)

Il referendum di ieri in Macedonia sull'accordo con la Grecia per il nuovo nome del Paese (Macedonia del nord) è stato ben organizzato, le procedure sono state imparziali e si è svolto in modo pacifico.

Lo ha detto oggi a Skopje la missione di osservatori dell'Osce (l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa) che ha monitorato la consultazione, unitamente a migliaia di altri osservatori, locali e internazionali.

Anche la campagna elettorale si è tenuta nella calma, con la libertà di espressione che è stata rispettata. L'ambasciatore Osce Jan Petersen ha sollevato il problema della lista degli elettori macedoni, che resta a suo avviso ancora incerta e poco chiara, creando problemi per i dati sull'affluenza alle urne.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS