Il referendum di ieri in Macedonia sull'accordo con la Grecia per il nuovo nome del Paese (Macedonia del nord) è stato ben organizzato, le procedure sono state imparziali e si è svolto in modo pacifico.

Lo ha detto oggi a Skopje la missione di osservatori dell'Osce (l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa) che ha monitorato la consultazione, unitamente a migliaia di altri osservatori, locali e internazionali.

Anche la campagna elettorale si è tenuta nella calma, con la libertà di espressione che è stata rispettata. L'ambasciatore Osce Jan Petersen ha sollevato il problema della lista degli elettori macedoni, che resta a suo avviso ancora incerta e poco chiara, creando problemi per i dati sull'affluenza alle urne.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Che cosa ne pensa di Swissinfo?

Sondaggio

Che cosa ne pensa di Swissinfo?

Che cosa ne pensa di Swissinfo?

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.