Il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato che "quattordici reattori nucleari saranno chiusi entro il 2035", "dodici dei quali fra il 2025 e il 2035". Macron ha parlato in tal senso durante il discorso sulla strategia di transizione energetica.

Il presidente ha annunciato che la riduzione al 50% della quota dell'energia nucleare nella produzione di elettricità in Francia è rinviata al 2035. La centrale più discussa e più obsoleta, quella di Fessenheim, in Alsazia a meno di 50 chilometri da Basilea, "sarà fermata nell'estate 2020", ha confermato.

Queste decisioni, tuttavia, ha precisato, non significano che la Francia volta le spalle al nucleare: Macron ha annunciato di aver "chiesto a EDF (l'operatore francese, ndr) di prendere degli impegni sul nucleare per un'elettricità più economica", entro il 2021.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.