Navigation

Macron, arsenale nucleare ridotto a 300 testate

Il presidente francese Emmanuel Macron (foto d'archivio) KEYSTONE/EPA/YOAN VALAT / POOL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 07 febbraio 2020 - 11:51
(Keystone-ATS)

La Francia ha ridotto il suo arsenale nucleare a meno di 300 testate, ha annunciato oggi il presidente Emmanuel Macron, illustrando il "bilancio esemplare" del suo Paese in materia di disarmo.

La Francia - ha detto Macron in un discorso sulla strategia di difesa e dissuasione nucleare francese - "ha un bilancio unico al mondo, conforme alle sue responsabilità ed interessi, avendo smantellato in modo irreversibile la sua componente nucleare terrestre, le sue installazioni di test nucleari, quelle per la produzione di materie fissili per armamenti, e ridotto la dimensione del suo arsenale, oggi inferiore a 300 armi nucleari".

Macron, ha espresso oggi l'auspicio che i governi europei propongano "insieme un'agenda internazionale per il controllo degli armamenti", in un contesto di ridiscussione dei trattati esistenti e sottoscritti da Stati Uniti e Russia.

"La Francia - ha continuato Macron - mobiliterà i partner europei più coinvolti, per porre le basi di una strategia internazionale comune che potremo proporre in tutti gli ambiti in cui è attiva l'Europa".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.