Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ha solo 38 anni, divide la sinistra, vuole cambiare la Francia e ha un solo credo: le riforme. Emmanuel Macron, da un anno e mezzo ministro dell'Economia francese, potrebbe essere la grande sorpresa nella corsa all'Eliseo del 2017.

Questo se Hollande deciderà di non ripresentarsi. Il suo asso nella manica: l'indice di popolarità diffuso tra tutti i francesi, secondo soltanto al campione della destra, Alain Juppé.

Ha annunciato la creazione di un suo movimento ed ogni giorno prende la parola su tutto, senza remore, a costo di essere subito dopo rettificato nelle sue dichiarazioni dal primo ministro Manuel Valls, che non è suo amico, o addirittura da Hollande.

Ad avvalorare le ipotesi di una strada che Macron starebbe meticolosamente preparando in vista della corsa all'Eliseo c'è il fatto che del suo movimento politico in formazione e dei due libri in uscita, né Valls né Hollande erano stati informati. Un segnale ulteriore di un'ambizione ormai sempre più difficile da nascondere. E che il mondo imprenditoriale e la grande industria francese sono pronti ad appoggiare.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS