Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

No del governo spagnolo al referendum che la Catalogna intende organizzare per l'indipendenza: lo ha ribadito con chiarezza la vicepremier e portavoce del governo Soraya Saenz de Santamaria in conferenza stampa a Madrid, definendolo "incostituzionale".

Rispondendo a due diverse domande, Saenz de Santamaria ha citato almeno due mezzi di cui il governo dispone per neutralizzare il referendum, che potrebbe svolgersi a fine novembre secondo le autorità catalane.

Primo, la costituzione autorizza il governo centrale a sospendere un referendum di questo tipo se è contrario all'interesse generale e se si svolge senza che siano state osservate "modifiche rilevanti" nella struttura del paese.

Secondo, il governo ha la possibilità di rivolgersi alla Corte costituzionale in caso di iniziative considerate contrarie alla Costituzione, e di ottenere la sospensione immediata di un referendum di questo tipo, prima di una sentenza sul merito.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS