Navigation

Mai così tanti passeggeri aerei in Europa, +43% rispetto a 2010

Una popolazione in marcia, specie fra le nuvole. KEYSTONE/EPA EFE/ENRIC FONTCUBERTA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 dicembre 2019 - 14:44
(Keystone-ATS)

Nonostante il dibattito sull'ambiente in Europa si viaggia sempre di più in aereo: nel 2018 è stato registrato nell'Ue un numero record di 1,1 miliardi di passeggeri, il 6% in più dell'anno scorso e il 43% in più del 2010.

Lo riferisce Eurostat precisando che il più alto numero di passeggeri si registra nel Regno Unito (272 milioni), Germania (222), Spagna (221), Francia (162) e Italia (153).

I trasporti intra-Ue rappresentano più o meno la metà (46%) di quello totale dei passeggeri nell'Ue mentre il trasporto fuori dall'Unione è pari al 37% e quello nazionale al 16%.

Tra gli scali London/Heathrow resta il più frequentato con 80 milioni di passeggeri, in leggero aumento (+3%) rispetto al 2017. Segue Parigi/Charles de Gaulle (72 milioni, +4%), Amsterdam/Schiphol (71, +4%), Frankfurt sul Meno (69, +8%) e Madrid/Barajas (56, +9%).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.