Un portavoce talebano ha smentito oggi la notizia della cattura di dieci presunti attentatori di Malala, la coraggiosa studentessa pachistana, dicendo che sono "bugie dell'esercito" e che l'attacco non è stato ideato dal gruppo estremista del Tehrik-e-Taleban Pakistan (Ttp) come riferito dall'ufficio stampa dell'esercito (Ispr).

"Sono a conoscenza di quello che è successo - si legge in un comunicato firmato da Ihsanullah Ihsan, portavoce di una fazione talebana filo Al Qaida - perché all'epoca ero portavoce del Ttp. L'esercito ha detto una menzogna. L'attacco è stato pianificato da mujahiddin locali ed è stato compiuto da tre militanti, di cui uno è stato ucciso e gli altri due sono ancora vivi".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.