Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un portavoce talebano ha smentito oggi la notizia della cattura di dieci presunti attentatori di Malala, la coraggiosa studentessa pachistana, dicendo che sono "bugie dell'esercito" e che l'attacco non è stato ideato dal gruppo estremista del Tehrik-e-Taleban Pakistan (Ttp) come riferito dall'ufficio stampa dell'esercito (Ispr).

"Sono a conoscenza di quello che è successo - si legge in un comunicato firmato da Ihsanullah Ihsan, portavoce di una fazione talebana filo Al Qaida - perché all'epoca ero portavoce del Ttp. L'esercito ha detto una menzogna. L'attacco è stato pianificato da mujahiddin locali ed è stato compiuto da tre militanti, di cui uno è stato ucciso e gli altri due sono ancora vivi".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS