Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

KUALA LUMPUR - Tre chiese cattoliche sono state il bersaglio di attacchi incendiari la scorsa notte alla periferia di Kuala Lumpur, in Malaysia, Paese in maggioranza musulmano.
Uno delle chiese è stata incendiata e gravemente danneggiata, sulle altre due sono state lanciate bombe Molotov che però non hanno provocato nessun problema serio.
"Prendo molto seriamente gli avvenimenti di questa notte", ha detto nel corso di una conferenza stampa il ministro degli Interni Hishammuddin Hussein. Il capo della polizia, Musa Hassan, ha garantito il dispiegamento di forze per proteggere la sicurezza delle chiese in vista di manifestazioni annunciate da gruppi musulmani.
Dietro gli attacchi, la polemica scoppiata in questi giorni sul diritto dei cattolici di scrivere la parola "Allah" dopo che l'alta corte malese ha sospeso l'autorizzazione accordata a un quotidiano cattolico locale di utilizzarla.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS