Quaranta indonesiani, presumibilmente migranti clandestini che facevano ritorno nel loro paese per festeggiare la fine del Ramadan, risultano dispersi dopo il naufragio della loro imbarcazione al largo delle coste della Malesia. Lo rendono noto oggi le autorità marittime.

L'imbarcazione trasportava 44 persone ed è affondata nella notte tra giovedì e venerdì al largo delle coste dello Stato meridionale di Johor, spiega un funzionario dell'Agenzia di sorveglianza marittima della Malesia (Mmea).

Quattro persone sono state soccorse ieri e le ricerche continuano, specifica la fonte. Tra i dispersi ci sarebbero anche donne e bambini.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.