Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un casco blu ciadiano dell'Onu è stato ucciso oggi e un altro è rimasto ferito in un duplice attentato contro una base delle Nazioni Unite a Kidal, nel nord del Mali. Lo ha reso noto un comunicato della missione Minusma.

Il primo attacco è stato compiuto con un'autobomba contro un checkpoint a un chilometro dalla base, il secondo all'ingresso della base. Testimoni hanno riferito anche di sparatorie e colpi d'artiglieria durati quasi mezz'ora che non avrebbero provocato vittime.

All'inizio del 2013 un'operazione a guida francese denominata Serval è stata lanciata nel Mali settentrionale per contrastare l'avanzata dei miliziani di al-Qaida e di altre formazioni jihadiste che avevano già conquistato numerose località nel nord del Paese.

Negli ultimi mesi però i fondamentalisti islamici hanno ripreso ad attaccare con sempre maggior frequenza ed efficacia, uccidendo almeno una ventina di peacekeeper e riuscendo a gettare nel caos anche località nel centro del Paese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS