Navigation

Mali: battaglia esercito mauritano-al Qaida, almeno 18 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 settembre 2010 - 09:30
(Keystone-ATS)

BAMAKO - I sanguinosi combattimenti che hanno opposto nel nord del Mali l'esercito mauritano e miliziani di Al Qaida nel Maghreb islamico (Aqmi) si sono conclusi con un bilancio - secondo il ministero della Difesa mauritano - di "12 morti e un numero imprecisato di feriti", tra i militanti integralisti, mentre sei soldati mauritani sono morti e otto sono rimasti feriti. Secondo fonti algerine, i militari uccisi sono invece "almeno 15".
Nel nord del Mali sarebbero detenuti sette ostaggi - cinque francesi e due africani - rapiti in Niger giovedì scorso. La Francia, due mesi dopo il raid congiunto con la Mauritania contro una base dell'Aqmi nel deserto del Mali, ha reso noto di non aver partecipato a queste nuove operazioni e affermato che i combattimenti erano "indipendenti" dal sequestro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?