Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BAMAKO - I sanguinosi combattimenti che hanno opposto nel nord del Mali l'esercito mauritano e miliziani di Al Qaida nel Maghreb islamico (Aqmi) si sono conclusi con un bilancio - secondo il ministero della Difesa mauritano - di "12 morti e un numero imprecisato di feriti", tra i militanti integralisti, mentre sei soldati mauritani sono morti e otto sono rimasti feriti. Secondo fonti algerine, i militari uccisi sono invece "almeno 15".
Nel nord del Mali sarebbero detenuti sette ostaggi - cinque francesi e due africani - rapiti in Niger giovedì scorso. La Francia, due mesi dopo il raid congiunto con la Mauritania contro una base dell'Aqmi nel deserto del Mali, ha reso noto di non aver partecipato a queste nuove operazioni e affermato che i combattimenti erano "indipendenti" dal sequestro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS