Navigation

Mali: conferma liberazione donna italiana

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 luglio 2012 - 20:07
(Keystone-ATS)

La cooperante italiana Rossella Urru, rapita nell'ottobre scorso in Algeria assieme a due spagnoli e trasferita dai sequestratori in Mali, è "stata liberata".

Lo ha annunciato il ministro degli esteri Giulio Terzi. "Si tratta di una bellissima notizia", ha aggiunto annunciando che "sta per entrare in contatto con l'unità di crisi: speriamo di parlarle quanto prima".

"Forse occorrerà ancora qualche mezz'ora prima di poterla avere veramente con i funzionari e gli organi dello Stato che si sono prodigati in modo straordinario in tutti questi nove terribili mesi del suo sequestro per arrivare a questo risultato", ha dichiarato Terzi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?