Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I due soldati svizzeri rimasti feriti ieri mattina nell'attentato a un ristorante di Bamako (Mali), in cui erano morte cinque persone, sono stati rimpatriati: sono giunti questo pomeriggio all'aeroporto di Berna-Belp con un aereo della REGA. Entrambi si trovano in condizioni stabili e sono fuori pericolo, ha reso noto oggi il Centro di competenze dell'esercito svizzero per le missioni all'estero (SWISSINT).

I due militari elvetici erano stati dapprima operati d'urgenza nella capitale maliana e poi erano stati trasferiti ieri sera a Dakar (Senegal), dove erano stati affidati alle cure di un team medico delle Nazioni Unite.

Stamattina hanno quindi potuto lasciare la capitale senegalese a bordo di un velivolo della REGA. Al loro arrivo a Berna sono stati subito trasportati all'ospedale in ambulanza.

Un terzo membro dell'esercito svizzero si trovava nel ristorante assieme a loro al momento dell'attacco, ma è rimasto illeso e resterà nel Mali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS