Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I tuareg del Movimento Nazionale di Liberazione dell'Azawad (MNLA) smentiscono "formalmente", in un comunicato, di agire a Kidal, nel nord del Mali, a fianco del Movimento Islamico dell'Azawad (MIA), gruppo dissidente dei fondamentalisti di Ansar Dine.

Nei giorni scorsi uno dei dirigenti del MIA, Mohamed Ag Aharib, aveva annunciato che i due gruppi avevano deciso di unire le loro forze a Kidal per impedire l'ingresso in città dell'esercito maliano, accusato dai tuareg di rappresaglie contro i civili.

"Le uniche forze presenti a Kidali sono quelle francesi dell'operazione Serval e le truppe dell'MNLA. Non c'è nessun'altra forza presente a Kidal", precisano invece i tuareg nella nota.

I tuareg denunciando poi la "nuova campagna di denigrazione" che li affianca al MIA e rivendicando di essere stati gli unici nel nord del Mali a combattere "la coalizione terroristica di Mujao, Aqmi e Ansar Dine prima dell'arrivo delle truppe francesi".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS