Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il maltempo del mese di luglio ha inciso negativamente sugli introiti degli impianti di risalita, della compagnie di navigazione e della manifestazioni all'aperto. Lo ha dichiarato Jürg Schmid, direttore di Svizzera Turismo, in un'intervista alla "SonntagsZeitung".

I pernottamenti nelle Alpi registreranno una diminuzione nella stagione estiva. Schmid ritiene che il risultato sarà simile a quello dello scorso anno e che le previsioni di crescita dell'1,7% sono ormai un'illusione. Anche le capanne del Club Alpino svizzero (CAS) hanno avuto meno ospiti visto che alcune escursioni in montagna non erano praticabili.

Il direttore di Svizzera Turismo è preoccupato anche degli effetti della crisi ucraina visto che molti russi scelgono abitualmente destinazioni come St. Moritz (GR), Gstaad (BE) o Crans-Montana (VS).

Per il futuro Schmid non è molto ottimista, a causa della forza del franco. L'incremento dei turisti cinesi, indiani e indonesiani non potrà compensare il calo degli ospiti provenienti dall'Europa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS