Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - Medici senza frontiere sta per inviare in Pakistan, colpito dalle alluvioni, 90 tonnellate di medicinali. L'organizzazione sottolinea che dati ufficiali parlano di più di 3 milioni di persone colpite dalle alluvioni e più di 1500 morti. Altre piogge sono previste nei prossimi giorni e potrebbero causare ulteriori alluvioni e colpire zone per ora risparmiate. Resta poi il problema delle aree non raggiungibili.
Le medicine per la popolazione pakistana partiranno dall'Europa nel fine settimana. Oltre alle 90 tonnellate di medicinali, saranno trasportati kit per il trattamento del colera e materiali per la potabilizzazione dell'acqua e per il miglioramento delle condizioni igieniche. I team di Msf, oltre ad incrementare le attività di assistenza medica e umanitaria, continuano a valutare i bisogni nei distretti di Malakand e Peshawar nella provincia di Khyber Pakhtunkhwa e in molte altre località del Belucistan, dove si ritiene vi siano comunità isolate che ancora non sono state raggiunte de nessun tipo di assistenza.
Msf sta inoltre predisponendo piani d'emergenza per il trattamento di malattie propagate dall'acqua, come il colera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS