Navigation

Managed Care: medici appoggiano referendum

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 ottobre 2011 - 18:49
(Keystone-ATS)

La Federazione dei medici svizzeri (FMH) appoggerà il referendum contro il progetto di promozione delle reti di cura integrate, approvato dal parlamento nello scorso autunno.

La notizia è stata resa nota oggi dalla Camera medica, che ha confermato i risultati di una consultazione interna dalla quale è emerso che i due terzi degli aderenti alla FMH sono contrari al cosiddetto "managed care". La partecipazione è stata superiore al 40%. I dottori contestano in particolare le limitazioni alla libera scelta del medico.

Secondo la revisione della Legge sull'assicurazione malattia (LAMal) approvata dalle Camere, soltanto gli assicurati che aderiscono a una rete di cure continueranno a pagare il 10% della loro fattura, una volta esaurita la franchigia. Per gli altri il contributo salirà al 15%. La scadenza ultima per la raccolta delle firme è fissata al 19 gennaio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?