Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una violenta esplosione alla Manchester Arena ha causato ieri sera almeno 19 morti e 50 feriti.

KEYSTONE/AP PA/PETER BYRNE

(sda-ats)

Un attacco terroristico compiuto ieri in Gran Bretagna alla Manchester Arena ha causato la morte di 22 persone e il ferimento di altre circa 60, tra cui - secondo la Bbc online - diversi bambini. A causare l'esplosione è stato un kamikaze.

Il capo della polizia di Manchester Ian Hopkins, citato dalla Bbc, ha detto che il bilancio delle vittime dell'esplosione all'Arena di Manchester è salito da 19 a 22 morti e che l'uomo che ha attaccato la Manchester Arena "è morto sulla scena dopo aver attivato l'esplosivo". Hopkins ha aggiunto che stanno cercando di capire se l'uomo abbia agito da solo o meno.

Inizialmente le forze dell'ordine britanniche avevano solo affermato di trattare la strage come "un atto di terrorismo" senza confermare l'ipotesi di un'azione terroristica suicida avanzata da funzionari Usa. e limitandosi a ribadire il bilancio di almeno 19 morti e "circa 50" feriti.

L'episodio è stato descritto fin da subito dagli investigatori come "un serio incidente". Tutto è avvenuto verso le 22:30 di ieri sera ora locale (23:30 in Svizzera), subito dopo la fine di un concerto di Ariana Grande - pop star americana 24enne, rimasta illesa secondo una sua portavoce - quando un boato ha scatenato il panico fra gli spettatori. La struttura, la più grande arena indoor d'Europa, con una capienza di oltre 21'000 posti, era affollata soprattutto di giovani e giovanissimi. In un primo momento si è parlato di due o più deflagrazioni, poi ne è stata confermata una sola, individuata nella zona del foyer, non lontano dalle biglietterie, subito fuori dall'area degli spalti. Immagini registrate da testimoni oculari hanno mostrato scene di terrore, con urla seguite dal fuggi fuggi generale. Mentre la polizia accorreva in forze e così pure i mezzi di soccorso.

Pochi minuti dopo le notizie iniziali, la Greater Manchester Police ha diffuso un primo messaggio, invitando la gente a stare lontano dalla zona. Intanto la stazione della metropolitana di Victoria, la più vicina all'arena, veniva chiusa, con l'interruzione del servizio di trasporto. Diverse persone reduci dal concerto hanno raccontato di aver visto fumo e di aver avvertito un odore acre, di esplosivo. E reparti di artificieri sono in effetti arrivati rapidamente sul posto, per condurre almeno un paio di detonazioni controllate di oggetti sospetti.

L'indagine, stando alla Bbc, è stata affidata alla North West Counter Terrorism Unit. Ma rinforzi dell'antiterrorismo di Scotland Yard sono stati inviati da Londra già nella notte.

Immediate le reazioni di cordoglio e di sgomento del mondo politico, in un Paese che si avvia alle elezioni anticipate dell'8 giugno, tappa fondamentale verso la Brexit. Fra i primi a reagire, in un tweet, il leader dell'opposizione laburista, Jeremy Corbyn, principale rivale elettorale della premier conservatrice, Theresa May. La premier britannica ha diffuso stanotte un messaggio di cordoglio e solidarietà alle famiglie delle vittime, sottolineando che l'episodio viene indagato come "un orrendo attacco terroristico", riferisce Downing Street. Una fonte del Partito conservatore di May ha anche annunciato all'agenzia Pa che la campagna elettorale è oggi sospesa e sono stati rinviati anche comizi e appuntamenti di altri partiti.

"Da tutto quello che posso capire si è trattato di una bomba", ha detto dal canto suo all'agenzia Pa una donna che era nell'arena col marito e i suoi tre bambini. "Sono sotto shock, tutti gridavano, non ho visto i danni dell'esplosione, ma ho sentito un odore soffocante, come di bruciato", ha aggiunto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS