Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I manifestanti a Bellinzona

Keystone/KEYSTONE/TI-PRESS/GABRIELE PUTZU

(sda-ats)

Sindacati, partiti di sinistra, dipendenti e semplici cittadini hanno manifestato oggi nei cantoni Ticino, Friburgo e Vaud contro la prevista chiusura di uffici postali.

Circa 300 persone hanno risposto in Ticino all'appello lanciato dal comitato "Uniti in difesa del servizio postale" sfilando lungo le strade di Bellinzona.

Entro il 2020, il gigante giallo vuole ridurre il numero degli uffici tradizionali dai 1'400 attuali a una cifra fra gli 800 e i 900. In Ticino dovrebbero essere chiuse 32 succursali.

Una quindicina di persone hanno sfilato sotto la pioggia lungo le strade tra La Tour-de-Trême e Bulle (FR) e circa 70 tra Puidoux e Chexbres (VD). In Romandia le azioni sono state organizzate dal sindacato syndicom e da impiegati postali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS