Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Le imprese svizzere ricominciano ad assumere personale: in base al barometro dell'impiego di Manpower, già il 12% dei datori di lavoro prevede di avere più effettivi alla fine dell'anno rispetto ad ora. Tre mesi fa, in occasione dell'ultimo sondaggio, solo il 7% prospettava un aumento del personale. Al contempo le aziende che si attendono un calo del numero di dipendenti è sceso del 10 al 3%, ha comunicato oggi la società di intermediazione del personale.
L'84% delle 750 imprese interrogate non intendono né assumere né licenziare personale. Escludendo le oscillazioni stagionali risulta una previsione netta sull'occupazione - ossia la differenza tra datori di lavoro che si attendono un incremento rispetto al trimestre precedente e quelli che si aspettano una riduzione - di +15%. Questa cifra non è mai stata così alta dall'inizio dei rilevamenti nel 2005.
Tuttavia la situazione varia da regione a regione: la previsione migliore si ha nella Svizzera centrale (+16%). Il barometro è elevato anche nella Svizzera nordoccidentale, nel Mittelland e nella Svizzera orientale. Solo in Ticino il valore è negativo (-2%).
Stando a Manpower possono essere fiduciose soprattutto le persone alla ricerca di un impiego presso una banca o un'assicurazione. Questo settore registra il tasso più elevato (+18%). Le prospettive sono però buone in tutti i rami, eccetto quello dell'industria manifatturiera (-12%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS