Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un fiume di persone sta sfilando nel più totale silenzio davanti alla sede di Charlie Hebdo, nell'11/o arrondissement di Parigi. A pochi metri dal luogo in cui è stata compiuta la strage contro la redazione del settimanale satirico francese, qualcuno ha ribattezzato la strada attaccando un adesivo sulla targa del comune: "Piazza della Libertà d'espressione".

Il presidente francese François Hollande si è fermato a lungo a parlare con i superstiti di Chlarlie Hebdo, sfuggiti al massacro del 7 gennaio scorso, in prima fila al corteo di oggi insieme con i parenti delle vittime cadute nella redazione del giornale satirico e poi nel supermercato kosher di Port de Vincennes.

Centinaia di fiori, candele, matite, foto dei vignettisti, poesie, ricordi, bandiere e ringraziamenti sono ammassati ai bordi della strada. Mentre centinaia di persone continuano a raccogliersi in preghiera o nel raccoglimento.

Per la grande marcia contro il terrorismo sulla Place de la Republique si sono riunite molte migliaia di persone. La Marsigliese è intonata in coro e ci sono bandiere di ogni paese. Molte quelle francesi, ma anche qualche vessillo con la stella di Davide. Tra la folla ci sono cartelli e bandiere di ogni tipo, compresa una con il volto di Abdullah Ocalan, il capo dei ribelli curdi del PKK, in carcere in Turchia.

Su cartelli e striscioni sono numerosi i riferimenti alla religione. Due signore scrivono "io sono musulmana", altri mostrano stelle di Davide, mentre un adesivo molto diffuso recita "tutti uniti - atei, cristiani, ebrei e musulmani - contro il fanatismo". Non mancano cartelli con scritto "Charlie Akbar".

Sventolano anche bandiere di Paesi arabi e musulmani all'interno del corteo. Le immagini delle tv hanno mostrato fra l'altro vessilli algerini, palestinesi e turchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS