Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli Stati Uniti muovono un altro passo in avanti per lasciarsi alle spalle la più grande marea nera della loro storia. Il Dipartimento di Giustizia ha raggiunto un accordo con Transocean, la società proprietaria della piattaforma Deepwater Horizon al centro dell'incidente che nel 2010 ha causato 11 morti. L'accordo prevede che Transocean paghi 1,4 miliardi di dollari, di cui un miliardo in sanzioni civili e 400 milioni di dollari in multe penali, e si dica colpevole di aver infranto il Clean Water Act per non aver propriamente monitorato il pozzo.

Nonostante l'intesa, restano ancora in piedi contro Transocean e altre societa, fra le quali Bp, altre importanti azioni legali. Secondo gli osservatori, l'accordo di Transocean con le autorità federali spingerà Halliburton a patteggiare con gli Stati Uniti.

Bp in novembre si è accordata con le autorità americane per risolvere le accuse relative all'incidente del 2010, impegnandosi a pagare 4,5 miliardi di dollari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS