Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LONDRA - La marea nera provocata dalla perdita di petrolio nel Golfo del Messico ha già raggiunto un costo pari a 1,43 miliardi di dollari. E' quanto stima la stessa Bp, responsabile del disastro ambientale.
Il costo dell'incidente sostenuto fino ad oggi da Bp, pari a 1,43 miliardi di dollari (1,19 miliardi di euro), comprende - precisa un comunicato del gruppo - le spese per la fuoriuscita di petrolio, il contenimento, l'aiuto alle trivellazioni, i sussidi agli Stati del Golfo, i rimborsi e i costi federali.
La cifra include anche la prima tranche di 60 milioni di dollari per finanziare il progetto di costruzione della barriera di isole al largo della Louisiana. "E' ancora troppo presto per quantificare - aggiunge Bp - altri costi potenziali e passività legate all'incidente".
Il colosso petrolifero britannico precisa anche che nelle prime 12 ore di ieri 9 giugno sono stati raccolti circa 7.920 barili di petrolio e sono stati svasati 15,7 milioni di piedi cubici di gas naturale.

SDA-ATS