Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - No alla moratoria di sei mesi per le trivellazioni in acque profonde voluta dal presidente Usa Barack Obama. La decisione è stata presa a New Orleans, in Lousiana, dal giudice distrettuale Martin Feldman che ha accolto il ricorso guidato dalla Honbeck Offshore Services, attiva nel campo delle trivellazioni, secondo cui la decisione della Casa Bianca è arbitraria perché nulla dimostra che le trivellazioni ad una profondità superiore ai 500 piedi (oltre 150 metri) siano più pericolose delle altre.
La Casa Bianca farà immediatamente appello contro la sentenza. Lo ha indicato il portavoce della Casa Bianca Robert Gibbs, secondo cui "il presidente rimane decisamente convinto che continuare a trivellare a queste profondità senza sapere quello che succede non ha nessun senso e mette in pericolo" i lavoratori del petrolio e l'ambiente nel Golfo del Messico.

SDA-ATS