Navigation

Marina Carobbio non vuole essere solo una candidata ticinese

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 novembre 2011 - 12:09
(Keystone-ATS)

La socialista ticinese Marina Carobbio, se sarà eletta in Consiglio federale, sfrutterà in governo tutte le sue competenze politiche e professionali acquisite come medico, presidente dell'Associazione svizzera degli inquilini ed esponente della commissione delle finanze del Consiglio nazionale.

In un'intervista accordata oggi a "L'Express", "L'Impartial" e al "Journal du Jura", afferma quindi di non voler essere solo una candidata del cantone Ticino. "Non mi presento solo come rappresentante di una regione geografica", precisa. "Il problema è che spesso si incoraggiano i ticinesi a candidarsi, ma poi in genere non si va oltre".

La consigliera nazionale spera che il parlamento prenda coscienza "della necessità di mandare in governo non solo persone competenti, ma anche personalità che rappresentano la diversità delle lingue e delle culture svizzere. Il futuro della Svizzera si costruisce anche su questa multiculturalità".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?