Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Da giovedì piogge torrenziali e grandine hanno inondato Marrakech. La città del Marocco è sott'acqua. Un vento caldo che soffia da sud ha portato con la pioggia anche la sabbia del deserto.

L'effetto è quello di un'enorme palude che ricopre tutto dalla piazza Jama El Fnaa fino all'aeroporto.

Alberi sradicati, cartelloni pubblicitari volati via, mura sbrecciate. I turisti appena usciti dall'aeroporto, anche stamattina si sono trovati di fronte a una sorta di piscina di fango. Circolazione bloccata e traffico in tilt. Nessun ferito ma gravi danni per le esondazioni del fiume Isil alimentato dai torrenti della valle de l'Ourika.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS