Lo svizzero di 34 anni processato in Argovia per il quadruplo assassinio di Rupperswil non è considerato refrattario a una terapia. Gli autori di due perizie psichiatriche indipendenti non fanno tuttavia previsioni sulle possibilità di successo.

L'imputato ha un disturbo della personalità di tipo narcisistico, hanno sottolineato durante il primo giorno del processo i due periti psichiatrici Elmar Habermeyer e Josef Sachs. All'autore del "massacro di Rupperswil" sono inoltre state diagnosticate tendenze pedofile conclamate.

In base all'atto d'accusa pubblicato ieri, il 34enne aveva architettato minuziosamente il suo atto criminale. Arrestato a quasi sei mesi dai fatti, aveva inoltre pianificato altri due analoghi attacchi ai danni di famiglie con bambini fra gli 11 e i 13 anni, nei cantoni di Soletta e Berna.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.