Navigation

Materiale bellico: esportazioni in crescita nei primi nove mesi

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 ottobre 2011 - 11:38
(Keystone-ATS)

Le vendite di materiale bellico svizzero sono cresciute nei primi nove mesi dell'anno. Le esportazioni hanno raggiunto oltre 491 milioni di franchi, contro 423 milioni nel medesimo periodo dello scorso anno.

Gli acquisti più sostanziosi sono stati compiuti dagli Emirati Arabi Uniti, che hanno speso 159,5 milioni per assicurarsi in particolare 25 velivoli Pilatus.

Gli altri maggiori clienti sono stati la Germania (95 milioni), l'Italia (26,5), il Belgio (24,5) e gli Stati Uniti (22), si legge in un comunicato diffuso oggi dall'Amministrazione federale delle dogane.

In termini di volume le esportazioni di materiale bellico sull'arco di nove mesi sono invece calate, passando dalle 4520 tonnellate del 2010 alle 4231 di quest'anno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?