Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'organizzazione dei giochi olimpici è un investimento a lungo termine, se non si esagera: è l'opinione espressa dal presidente della Confederazione Ueli Maurer, in un dibattito al Forum economico mondiale (WEF) di Davos (GR) in cui si è parlato della candidatura grigionese alle Olimpiadi del 2022. I contrari al progetto non erano rappresentati.

La megalomania è pericolosa, ha ammesso Maurer in una discussione aperta al pubblico, che si è presentato numeroso. A suo avviso la Svizzera deve cogliere l'opportunità di mostrare al mondo che è possibile organizzare olimpiadi sostenibili, segnando quindi un cambiamento di rotta nelle grandi manifestazioni sportive, sempre più mastodontiche.

Intanto proprio oggi il consiglio comunale di St. Moritz (GR) ha votato all'unanimità l'appoggio al progetto ed ha autorizzato un credito di cinque milioni di franchi per la candidatura. Per i 15 consiglieri comunali St. Moritz dovrà essere la località "ospite" (Host City) e la manifestazione dovrà chiamarsi "St. Moritz 2022".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS