Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Taglio dei costi e riorganizzazione per reinventare la propria immagine e rilanciare le vendite. Un piano di ristrutturazione obbligato per "essere moderni e progressisti" e perché bisogna ammettere che "la realtà delle recenti performance è stata debole.

"I numeri non mentono". L'amministratore delegato di McDonald's, Steve Easterbrook, non usa mezzi termini per descrivere la società e illustrare la sua ricetta di rilancio. Una ricetta che passa per risparmi annuali per 300 milioni di dollari entro il 2017 pur continuando ad aprire 1'000 nuovi ristoranti all'anno e la distribuzione di 8-9 miliardi di dollari agli azionisti quest'anno.

"Non possiamo ignorare quello che i consumatori dicono quando il messaggio è chiaro", afferma Easterbrook, sottolineando che il mondo è cambiato negli ultimi cinque anni più velocemente di quanto sia cambiata la società. I consumatori americani evitano hamburger e patatine preferendo cibi ritenuti più salutari, fatti con ingredienti più naturali e freschi.

Per rispondere alle nuove esigenze, McDonald's sarà riorganizzata in quattro segmenti di mercato: uno per gli Stati Uniti, uno per i maggiori mercati internazionali quali Australia, Canada, Francia, Germania e Regno Unito, un altro per i mercati a forte crescita - che include Cina, Italia, Polonia, Russia, Corea del Sud, Spagna, Svizzera e Olanda - e uno per i mercati di base.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS