Tutte le notizie in breve

Il presidente dell'associazione dei corrispondenti della Casa Bianca, Jeff Mason, ha rilasciato una dichiarazione in cui annuncia una "dura protesta" per l'esclusione di alcune testate da un briefing del portavoce presidenziale Sean Spicer.

Una mossa definita inusuale e senza precedenti nella storia delle relazioni tra la Casa Bianca e la stampa.

In segno di solidarietà con i colleghi e i media esclusi, i corrispondenti di altre testate - come l'Associated Press e Time Magazine - hanno deciso di boicottare il briefing.

Presenti invece i media conservatori come Breitbart News, Washington Times e One America News Network.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve