Navigation

Media in Giappone, Ghosn fuggito "da codardo"

Carlos Ghosn, ex ceo di Nissan-Renault KEYSTONE/AP/KS JK**TOK** BC BH MMA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 01 gennaio 2020 - 14:23
(Keystone-ATS)

"Fuggire è un atto codardo che si prende gioco del sistema giudiziario giapponese": ci vanno giù duro i media giapponesi all'indomani della fuga di Carlos Ghosn, ex ceo di Nissan-Renault che ha violato lo status di libertà vigilata ed è volato in Libano.

Ghosn "ha perso l'occasione di provare la sua innocenza e difendere il suo onore" scrive quotidiano Yomiuri Shimbun, sottolineando che il tribunale, i suoi avvocati e i funzionari del controllo immigrazione hanno la loro parte di responsabilità nella vicenda.

Il giornale liberal Tokyo Shimbun ha a sua volta sottolineato che il comportamento di Ghosn si è fatto beffe del sistema giudiziario giapponese: "L'imputato Ghosn insiste nel dire di essere fuggito da persecuzione politica... ma recarsi all'estero senza permesso è in violazione delle condizioni per la sua cauzione e si fa beffe del sistema giudiziario giapponese", ha scritto.

"C'è un'alta probabilità che il processo non si terrà e la sua linea in base alla quale vuole provare la sua innocenza è adesso messa in discussione". Alcuni giornali inoltre notano come l'idea di concedere a Ghosn la libertà vigilata su cauzione risulti essere stata poco saggia alla luce di quanto accaduto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.