Navigation

Media-Markt e Saturn tolgono capsule espresso dagli scaffali

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 ottobre 2011 - 16:44
(Keystone-ATS)

Le 19 filiali di Media-Markt e le quattro di Saturn hanno momentaneamente tolto dal loro assortimento le capsule da caffè dell'Ethical Coffee Company (ECC) compatibili con le macchine prodotte da Nespresso, filiale di Nestlé, dopo che ieri il Tribunale cantonale vodese, con una disposizione provvisoria, ne ha vietato la vendita. Lo ha reso noto oggi la Media Saturn Management AG.

L'impresa è comunque convinta che "la vendita sia lecita". Per questo sono stati intrapresi i passi legali necessari per permetterne di nuovo la commercializzazione. La due catene commerciali appartengono al gruppo tedesco Metro e avevano annunciato questa settimana di voler proporre sui loro scaffali le capsule compatibili già offerte da Denner.

All'origine della disputa vi è un problema di brevetti. Le capsule concepite dalla Ethical Coffee Company (ECC) violano brevetti depositati da Nespresso, che ha deciso di adire le vie legali non solo contro ECC e Media Markt, ma anche Denner e l'azienda produttrice delle capsule, la Alice Allison di Grono (GR). Da notare che negli anni '90, il fondatore di ECC, Jean-Paul Gaillard, era a capo di Nespresso.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?