Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Prima mondiale all'ospedale universitario di Ginevra: una équipe medica ha effettuato tre interventi di asportazione della cistifellea con l'aiuto di un robot, introducendo diversi strumenti attraverso un solo orifizio praticato nella zona dell'ombelico.

L'uso contemporaneo di questi due approcci - un'unica cavità e ricorso al mezzo meccanico - è avvenuto ieri per la prima volta nel trattamento di routine dei pazienti, ha informato oggi il nosocomio. La squadra di medici era diretta dal professor Philippe Morel. I tre pazienti che hanno accettato di fare da "cavia" stanno bene: due di loro hanno lasciato l'ospedale la sera stessa.

Entro la fine della settimana sono previste altre operazioni per confermare l'affidabilità di questo metodo. I vantaggi rispetto alla chirurgia classica sono numerosi: l'ospedale cita fra l'altro la riduzione delle complicazioni postintervento, la diminuzione dei dolori, i tempi di recupero più limitati e gli aspetti estetici.

Il nuovo approccio ha ricevuto l'omologazione in Svizzera e una richiesta di registrazione è pendente anche negli USA.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS