Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Alcuni membri del Partito socialista, in occasione della Festa nazionale, diventeranno "consulenti di naturalizzazione".

KEYSTONE/NICK SOLAND

(sda-ats)

In occasione della Festa nazionale, il Partito socialista (PS) lancia una campagna per la naturalizzazione di persone con un permesso B.

"Paragonata con altre realtà in Europa, la naturalizzazione in Svizzera è difficile, cara e assomiglia ad un percorso di guerra", spiega il partito sul proprio sito Internet.

Ricordando che dal primo gennaio 2018 solo le persone con un permesso C potranno chiedere il passaporto svizzero, il PS vuole informare, incoraggiare ed aiutare i titolari di un permesso B alla naturalizzazione, secondo il motto "una Svizzera per tutti".

Secondo informazioni pubblicate dal "SonntagsBlick", una cinquantina di membri del PS - fra i quali il presidente Christian Levrat - diventeranno autentici "consulenti di naturalizzazione". Inoltre, una lettera informativa verrà inviata a tutti i titolari di un permesso B, circa 650'000 persone. Sulla missiva verrà indicato chi può ambire al passaporto rossocrociato, a quali condizioni e quale procedura seguire.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS