Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'esercito provoca meno danni. Dal bilancio 2010 del Centro danni del Dipartimento federale della difesa (DDPS) risulta infatti che i costi sono diminuiti di circa 1,6 milioni di franchi e ammontano complessivamente a 15,3 milioni di franchi. Anche il numero dei sinistri è diminuito.

Sulle strade in Svizzera e in occasione di impieghi all'estero sono stati registrati 5349 casi di danneggiamenti, ossia 800 in meno rispetto all'anno precedente. I costi complessivi nell'ambito dei veicoli a motore sono diminuiti di 1,35 milioni, assestandosi a 12,2 milioni di franchi. È quanto si legge oggi in una nota del DDPS.

Per quanto riguarda i danni causati alle colture, alle proprietà, allo foreste e agli animali, nel 2010 sono stati trattati 1019 annunci di danno, ciò che corrisponde a una diminuzione di 110 casi rispetto al 2009. Le spese sono diminuite di circa 220'000 franchi, scendendo a 3,13 milioni di franchi.

Nell'intento di limitare gli impatti nicivi - afferma ancora il DDPS - il Centro danni ha compiuto grandi sforzi nel settore della prevenzione e dell'istruzione, nonché nell'ambito dell'appoggio alla truppa prima dell'inizio di grosse esercitazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS