Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - La liberalizzazione del settore pacchi non ha dato luogo a dumping sociale e concorrenza sleale. È quanto risulta da uno studio dell'Università di Ginevra realizzato su mandato dell'Autorità di regolazione postale (PostReg).
Stando ai ricercatori, le condizioni di lavoro usuali non solo sono rispettate, ma sovente migliori di quelle previste per ottenere la concessione governativa. Le differenze riscontrate nel corso dell'inchiesta non sono significative.
Il salario lordo mediano standardizzato per un impiego a tempo pieno (42 ore settimanali) è di 5354 franchi. Il "Rapporto sulle condizioni di lavoro minime in uso nel mercato della distribuzione dei pacchi" indica inoltre che l'80% dei lavoratori percepisce un salario mensile lordo compreso tra 4215 e 6313 franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS