Navigation

Merkel, più soldi ai Länder da accordo con Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 aprile 2012 - 17:00
(Keystone-ATS)

Per superare lo scetticismo di Verdi e Spd nei confronti dell'accordo fiscale con la Svizzera, il governo di Angela Merkel (Cdu) potrebbe decidersi per una chiave di ripartizione dei soldi che Berlino incasserebbe più favorevole ai Länder, la maggioranza dei quali in mano all'opposizione.

La legge sulla ratifica dell'accordo tra i due Stati dovrebbe essere adottata mercoledì dal governo di Berlino. Nel progetto di legge del ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schäuble, i Länder dovrebbero ricevere più denaro proveniente dalla tassazione forfettaria degli averi di cittadini germanici custoditi nelle banche elvetiche.

Affinché l'accordo venga ratificato, il governo Merkel ha infatti bisogno del voto favorevole del Bundesrat, la Camera bassa che rappresenta i Länder: tale condizione non è attualmente data. Una chiave di ripartizione più generosa nei loro confronti potrebbe convincere gli Stati tedeschi guidati dalla sinistra, finora recalcitranti. Per superare questo ostacolo, i due Paesi hanno già rinegoziato una prima intesa, innalzando le aliquote di prelievo sui fondi "neri".

Da parte elvetica, l'accordo dovrebbe ottenere il via libera del parlamento in giugno. Se anche i Tedeschi seguiranno, l'intesa entrerà in vigore all'inizio del 2013.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?