Navigation

Merkel e Macron: Putin fermi guerra a Idlib

Convoglio militare turco in Siria KEYSTONE/EPA/YAHYA NEMAH sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 febbraio 2020 - 21:25
(Keystone-ATS)

La cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Emmanuel Macron hanno avuto una conversazione telefonica con il presidente russo Vladimir Putin per chiedere un impegno russo a fermare immediatamente i combattimenti nella provincia siriana di Idlib.

Lo riferisce il portavoce del governo tedesco Steffen Seibert in una nota.

Merkel e Macron hanno espresso preoccupazione per la catastrofica situazione umanitaria della popolazione e hanno dichiarato la disponibilità ad incontrare Putin e il presidente turco Erdogan per trovare una soluzione politica alla crisi.

Intanto nella Siria nord-occidentale si delinea sempre di più una vera e propria catastrofe umanitaria, con un milione di siriani, in larga parte bambini e donne, in fuga dall'offensiva russa e governativa.

Si tratta di famiglie di disperati che premono al confine con la Turchia. Ankara, che sostiene le milizie anti-regime contro le forze governative siriane appoggiate dalla Russia, ha eretto una barriera di cemento lungo la frontiera e non intende aprire i valichi.

Fanno così affari d'oro i trafficanti esseri umani in fuga dalla guerra. Secondo un'inchiesta pubblicata oggi dai media libanesi, contrabbandieri siriani e turchi hanno alzato in maniera esponenziale il prezzo per far passare oltre confine i civili siriani.

A seconda delle garanzie offerte ai 'clienti' si giungere sani e salvi in Turchia, i prezzi di questo traffico di essere umani variano da alcune centinaia di dollari fino a tremila dollari.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.