Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La costruzione dei muri "non risolve il problema della migrazione illegale": lo ha sottolineato la cancelliere tedesca Angela Merkel, in visita in Messico.

"Bisogna combattere le cause che motivano le persone a lasciare il proprio Paese, è necessario aiutare, dare prospettive di una vita migliore, parlare con i governi" che affrontano il tema delle migrazioni, ha precisato la cancelliera durante una visita in un museo, dopo aver incontrato il presidente Enrique Pena Nieto, con il quale ha firmato una serie di accordi.

Merkel ha inoltre sottolineato l'importanza della "lotta al crimine organizzato e al narcotraffico". Così come ha fatto anche in Argentina riferendosi alle trattative tra l'Ue e il Mercosur, Merkel ha detto che punta ad un aggiornamento dell'accordo tra Bruxelles e il Messico.

Durante la visita, la cancelliere ha inoltre incontrato i rappresentanti degli organismi di difesa dei diritti umani, i quali hanno tra l'altro denunciato fenomeni quali "l'impunità e la corruzione" nel paese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS