Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha invitato il premier greco Alexis Tsipas a Berlino per lunedì 23 marzo. Lo ha comunicato il portavoce Steffen Seibert in una nota, riferendo di una telefonata fra i due leader e precisando che il premier greco ha accettato.

Dal suo insediamento alla guida del nuovo governo greco, il premier Tsipras non era ancora mai stato a Berlino. Pur avendo incontrato leader come Matteo Renzi e François Hollande, a Roma e Parigi, Tsipras non si era invece ancora mai fatto avanti per la sua visita ufficiale nella capitale tedesca.

Una circostanza che non è affatto passata inosservata, sulla stampa tedesca e internazionale. Il governo ha dovuto rispondere molte volte alle domande dei cronisti, nella capitale, sul perché non fosse programmato un incontro a Berlino, come avviene sempre, dopo la formazione di un nuovo governo.

E la circostanza ha dato adito anche a speculazioni. La telefonata di Merkel a Tsipras arriva in un momento di particolare tensione nei rapporti blaterali fra Germania e Grecia, il cui picco è stato raggiunto nei giorni scorsi con una protesta da parte dell'ambasciatore greco a Berlino presso il ministero degli Esteri tedesco per una frase pronunciata da Schaeuble, che secondo i portavoce di quest'ultimo sarebbe stata fra l'altro fraintesa. Ad agitare i rapporti anche la rivendicazione delle riparazioni di guerra da parte di Atene, di fronte alla quale il Governo tedesco fa muro.

Anche oggi il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble in un intervento alla fondazione Adenauer a Berlino ha accusato il governo greco di "mentire ai suoi cittadini" e di aver "distrutto tutta la fiducia" dei partner europei.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS