Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

CITTÀ DEL MESSICO - La polizia federale messicana, in prima linea nella lotta ai cartelli della droga messicana, ha licenziato 3'200 dei suoi agenti, circa il 10% del suo contingente, che avrebbero commesso omicidi e violenze e violato il regolamento.
La decisione fa parte di una serie di operazioni di epurazione delle forze dell'ordine secondo le indicazione della legge generale del Sistema Nazionale di Sicurezza Pubblica. La polizia ha anche annunciato che in molti casi gli agenti cacciati sono stati anche denunciati alle autorità competenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS