Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Scena degli scontri tra narcotrafficanti a Las Varas, Messico.

KEYSTONE/EPA EFE/STR

(sda-ats)

È di almeno 15 morti, e non 26 come da informazioni precedenti, il bilancio dello scontro a fuoco fra narcobande rivali a Las Varas, nello Stato messicano di Chihuahua. Lo ha dichiarato il capo della polizia, Oscar Aparicio.

In dichiarazioni alla stampa locale, Aparicio ha fornito nuovi dettagli sul violento episodio. "Per adesso abbiamo solo 14 morti registrati ufficialmente. Abbiamo anche sequestrato 10 veicoli, più di una ventina di armi lunghe, lanciarazzi ed equipaggiamento tattico", ha spiegato l'ufficiale.

Tutto è iniziato, ha spiegato, quando dei residenti di Las Varas - una piccola località di 1400 abitanti, nel comune di Madera - hanno segnalato alle autorità che circa 60 malviventi si stavano affrontando nella zona.

I primi agenti inviati sul luogo sono stati accolti anch'essi da spari dei criminali, ma sono riusciti comunque ad arrestarne tre, prima che i loro compagni riuscissero a fuggire.

Madera si trova ai piedi della Sierra Madre e a circa 350 kilometri a sudovest di Ciudad Juarez, la capitale dello Stato di Chihuahua, che forma parte della stessa zona metropolitana di El Paso (Texas), dall'altra parte della frontiera con gli Stati Uniti. Secondo le autorità americane, da questa zona passa il 70% della cocaina importata dal Messico negli Usa.

SDA-ATS