Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

CITTA' DEL MESSICO - Ennesimo fine settimana di sangue in Messico. Un commando armato ha ucciso almeno 17 persone, tutti fra i 20 e i 30 anni, a Torreon, capitale dello stato di Coahuila, durante una festa organizzata da un gruppo di giovani.
I feriti sono 17 e non e' escluso che il bilancio finale delle vittime possa essere piu' grave, visto che alcuni giovani trasportati negli ospedali della zona, che si trova a ridosso della frontiera con il Texas, si trovano in condizioni critiche.
L'attacco e' avvenuto all'una e trenta del mattino in un centro residenziale con 'patios' e giardini chiamato 'Quinta Italia Inn', hanno precisato gli investigatori, rilevando che il commando - con ogni probabilita' appartenente a un gruppo di narcotrafficanti - e' arrivato sul posto a bordo di cinque veicoli ed ha subito iniziato a sparare all'impazzata.
La strage di Torreon ha avuto luogo poche ore dopo una vera e propria battaglia tra narcotrafficanti ed esercito nella citta' di Nuevo Laredo - anche'essa non lontana dal confine con il Texas - scontro concluso con un bilancio particolarmente pesante di 12 morti e 21 feriti, tra cui tre bambini in gravi condizioni.
Secondo dati ufficiali resi noti di recente, dall'inizio del 2010 sono gia' oltre 7.000 i morti a causa di sparatorie, attentati e altre azioni violente legate al narcotraffico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS