Navigation

Messico: otto minorenni segregati 7 anni, ragazzine stuprate

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 settembre 2011 - 07:51
(Keystone-ATS)

Otto minorenni sono stati sequestrati, segregati e alcuni di loro stuprati ripetutamente, per sette anni in un quartiere popolare di Città del Messico da un uomo arrestato sabato scorso e accusato anche di aver ucciso due dei suoi prigionieri. Lo hanno reso noto ieri le autorità giudiziarie messicane.

L'uomo, Jorge Antonio Iniestra, 32 anni, è stato arrestato nel quartiere di Iztapalapa, insieme alla sua compagna Clara Tapia, 44 anni. Arrestati anche la madre di Iniestra, tre suoi fratelli e un nipote, tutti accusati di complicità, come rende noto un comunicato del procuratore.

Le autorità hanno riferito che degli otto minorenni vittime delle violenze, tre erano figli di Clara Tapia, un ragazzo e due ragazzine. Con queste ultime, ripetutamente stuprate nel corso degli anni, Iniestra ha avuto cinque figli.

L'uomo è anche accusato di aver picchiato a morte una delle sue due figliastre e un bambino di tre mesi che aveva avuto con lei.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?