Le autorità messicane hanno confermato il rinvenimento negli Stati di Sonora e Jalisco di fosse comuni contenenti nel complesso i resti di 45 persone da tempo considerate 'desaparecidos'. Lo scrive l'agenzia di stampa statale Notimex.

Il primo ritrovamento, di 30 cadaveri, è avvenuto durante lo scorso fine settimana nel municipio di Cajeme dello Stato di Sonora da un team formato dalla locale Associazione delle donne guerriere cercatrici, con il sostegno di uomini dell'Agenzia ministeriale di indagini criminali. Dalla sua fondazione lo scorso anno l'associazione ha rinvenuto i resti di 48 persone delle 800 considerate scomparse nelle zone di Guaymas y Empalme.

Intanto in una conferenza stampa ieri il titolare della Procura generale dello Stato di Jalisco, Gerardo Octavio Solís Gómez, ha reso noto che sulla base di una denuncia anonima sono stati rinvenuti 15 corpi (una donna e 14 uomini) in una fattoria della colonia El Colli del municipio di Zapopan. Solís Gómez ha precisato che "l'ispezione di tutto il terreno della fattoria richiederà ancora una settimana" e che "non è escluso che si possano realizzare nuovi ritrovamenti".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.